Amarone della Valpolicella Riserva Doc 2010

99.00

  • Vitigno: Corvina 60%, Corvinone 25%, Rondinella 15%
  • Vendemmia: fine settembre / inizio ottobre
  • Alcol: 16%
  • Temperatura di servizio: 16/18 °C
Categoria:

Descrizione

L’Amarone Riserva rappresenta tutto ciò che il degustatore più esigente si aspetterebbe da un fuoriclasse della zona: frutti rossi a marmellata, ciliegie, prugne, amarena, fragole e caramello, chiodi di garofano e cannella, noce moscata e frutta appassita.

Palato complesso, strutturato, morbido ma mai stucchevole, dalla persistenza pressoché illimitata. Un grande vino che riconduce immediatamente ai comuni di Marano e Negrar.

L’Amarone della Valpolicella Riserva DOC matura 48 mesi in tonneaux ed è un vino dalla veste fulgida e subito ammaliante.

Al naso il frutto, seppur dominante, è ben equilibrato da un accento balsamico, mentre al palato l’Amarone si presenta in tutto il suo vigore, regalando una beva incredibilmente invitante.

Note di degustazione

Rosso rubino, con sfumature color granata. Al naso si esprime con note di frutti rossi maturi, cenni di agrumi, sentori di spezie e un timbro balsamico. Al palato si presenta deciso, pieno, dalla trama tannica vellutata ed equilibrato. Persistente.

Abbinamenti

Ottimo in abbinamento a primi e secondi di terra, si sposa particolarmente bene con il fagiano al tartufo nero.

Vitigni

Il vitigno centrale per la produzione di questa denominazione è la Corvina: a lei il compito di conferire i profumi di frutta rossa (ciliegia, amarena) e spezia (cannella, noce moscata, chiodi di garofano).

Con l’appassimento in cassette delle uve Corvina si concentrano altri profumi importanti e decisivi di frutta appassita, liquore di amarena, prugna secca, tabacco, liquirizia, cioccolato, nocino, pepe verde, caramello e rosa.

Il compito del Corvinone è conferire colore: l’uva matura è nerissima e, secondo il Cosmo (1939), può essere considerata una sottovarietà della Corvina, utile anche ad apportare acidità e ricchezza di aroma.

La Rondinella è la varietà più produttiva delle tre, resiste alle malattie e apporta acidità.